Sunita Williams riavvia ALTEA, con la collaborazione di mr. M

Ieri, 3 Ottobre 2012, il comandante della Stazione Spaziale Sunita Williams ha provveduto a riavviare ALTEA che era stata disattivata il giorno precedente per consentire altre attività sulla Stazione.

Sapete già che il signor Murphy è il miglior collaboratore di ALTEA, e anche in questa occasione non ha fatto mancare il suo supporto morale. L’attività era schedulata per durare 10 minuti, ma in realtà con l’ultimo aggiornamento del software di controllo ne basterebbero 3, sempre che il nostro sig. M non ci metta lo zampino.

La prima chiamata di Suni riguardava il fatto che lo schermo del laptop era spento e non ne voleva sapere di riaccendersi. Dopo vari tentativi da terra le veniva segnalato di riavviare il laptop, dopo averne forzato lo spegnimento.

Sistemato il problema con il pc (è pur sempre ancora Windows XP), in 3 minuti Sunita comunica che l’attività di attivazione è completata. Tutto bene? Sunita aggiunge: “però la finestra dei messaggi indica DAU not connected”.

DAU non connected? Stiamo scherzando? Praticamente se la DAU (l’unità centrale di controllo) non è connessa non può ricevere comandi, e quindi avviare l’acquisizione, come fosse ancora spenta.

Passato il momento di panico ho poco tempo per capire cosa è successo e provare a recuperare la situazione, prima che i tempi si allunghino troppo e che l’attività venga rimandata a data da definirsi.

Il primo indizio prezioso viene dal PRO (Payload Rack Officer) che comunica che non riceve alcun pacchetto H&S da ALTEA. Gli H&S sono dei pacchetti dati che ogni strumento sulla stazione deve inviare a terra (una volta al secondo) che contengono alcuni parametri generali di funzionamento (assorbimento di corrente, tensione, temperatura, ecc.) in modo da rassicurare il controllo di terra che non stia andando in corto, o a fuoco, mettendo a repentaglio non solo il payload, ma la sicurezza di tutta la stazione. In realtà ALTEA non sembra nemmeno assorbire alcuna corrente, il che significa che 1 è rotta, 2 è spenta.

Chiediamo allora a Sunita di controllare che l’interruttore della DAU sia in posizione ON. E Sunita ci rassicura sul fatto che siamo nella situazione n.2, la DAU è spenta, cioè l’interruttore è aperto… Ma non solo ALTEA non è accesa, ma nemmeno il locker (l’equivalente della presa di corrente) a cui è collegata lo è. Come pretendiamo che qualcosa si accenda se il suo interruttore e anche l’interruttore generale sono aperti?

Sunita accende entrambi e ripete la procedura. Ma ovviamente siamo ormai in LOS (Loss of Signal, mancanza di copertura satellitare) e non possiamo ricevere in tempo reale i dati relativi all’accensione. Bisogna aspettare 15 minuti per tornare sotto copertura, sperando di trovare un bel flusso di dati nominale.

Fortunatamente anche questa volta tutto è andato bene, i dati sono arrivati come previsto ed ALTEA ha potuto ricominciare a registrare i raggi cosmici sulla stazione, per quella che potrebbe essere stata l’ultima attivazione di ALTEA.

Questa voce è stata pubblicata in Science, Space Operations e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sunita Williams riavvia ALTEA, con la collaborazione di mr. M

  1. Pingback: Sunita Williams, comandante della Stazione Spaziale, ha riavviato ALTEA | astronotizie | Scoop.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...