Contro l’invasione degli #OGM in Italia

Oggi la Camera ha votato all’unanimità (!) una mozione contro gli OGM, fregandosene del parere dell’UE, dell’EFSA e delle società scientifiche italiane. Uno schiaffo alla scienza dettato non dai fatti, ma dalla demagogia e dalla ricerca del consenso elettorale. Si dà la colpa alle multinazionali, dimenticando che le lobby vere, da noi, sono altre. Sono quelle associazioni ipocrite che osteggiano gli OGM, però vendono mangimi OGM agli allevatori italiani. Si dà la colpa alle multinazionali, dimenticando che è proprio il clima da caccia alle streghe che circonda gli OGM ad aver aperto la strada allo strapotere di Monsanto e company. Quale aziendina italiana lavorerebbe a un San Marzano OGM resistente ai virus, se alla prima sperimentazione in campo un branco di delinquenti glielo distruggono? Certo, dicono che lo fanno per proteggere il Made in Italy, dimenticando che la gran parte dei prodotti tipici italiani deriva da animali alimentati con OGM. Perché non bloccare anche le importazioni, se gli OGM sono così terribili? Ipocriti.
In un giorno triste come questo, vorrei ricordare la figura di Robert Gibbon Johnson, un colonnello americano che il 26 settembre 1820, secondo la leggenda, mangiò davanti a una folla sbalordita un frutto allora ritenuto velenoso. Non era un OGM. Era un pomodoro.

http://www.tomatoandhealth.com/index.php/magazine/history_article/robert_gibbon_johnson/

(Rubato integralmente a Moreno Colaiacovo di Dibattito Scienza)

Questa voce è stata pubblicata in Informazione, Pubblicità progresso e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Contro l’invasione degli #OGM in Italia

  1. Alberto Guidorzi ha detto:

    La mozione votata oggi in un passaggio dice che la semina fatta da Fidenato è un rischio altissimo di contaminazione.

    Io lunedì scorso sono andato a vedere la coltivazione di Fidenato e per chi ne sa poco di fisiologia del mais e di botanica fiorale deve comprendere che il documento ha dichiarato il falso. La semina di Fidenato non può contaminare niente per questo semplice fatto: è alto solo 40 cm, quando invece tutto il mais che contorna il campo seminato con MON 810 è ormai in fioritura. Prima che il mais di Fidenato vada in fioritura occorre ancora più di un mese, quindi tutto il mais che lo circonda sarà già sfiorito da tempo. I pistilli che escono dall’infiorescenza femminile al massimo si conservano recettivi per 15 giorni.

    Non varrebbe la pena di far divenire il campo di Fidenato una prova a cielo aperto (visto che contaminazioni non ve ne saranno di certo) per stabilire come esso si comporta nei confronti del parassita piralide, che tra l’altro nelle gallerie scavate dalla sua larva ospita funghi che producono micotossine cancerogene che andranno a contaminare le cariosssidi del mais?

    Non ha insegnato niente il fatto che molte produzioni di granoturco italiane l’anno scorso sono state dichiarate invendibili per l’alimentazione animale e umana perchè il carico di micotossine era oltre i limiti? Han sequestrato latte e formaggi per contenuti di micotossine fuorilegge, non crederete che gli organismi di controllo siano riusciti a controllare tutta la produzione fuori legge? No! L’hanno mangiata i nostri animali e noi ci siamo bevuti il latte con le micotossine e relativi formaggi, questi si veramente contaminati.

    Si ha paura a magiare OGM per un presunto pericolo mai verificatosi dopo 20 anni di coltivazione di OGM su larga scala, mentre si accetta supinamente che le micotossine, queste sicuramente cancerogene è interferenti con l’acido folico , causa di spina bifida nei neonati, siano presenti nei nostri cibi..

    Bei ministri dell’Ambiente, dell’Agricoltura e della Salute ci siamo dati. Ci tutelano proprio!!!!

  2. VoceIdealista ha detto:

    Reblogged this on laVoceIdealista.

  3. l'altra campana ha detto:

    ci sono altre motivazioni contro gli OGM

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2012/09/ogm-e-agricoltore.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...