L’ultima posizione di ALTEA-Shield

Dopo l’esperimento sociale dell’ultimo post torno a raccontare le attività in orbita di ALTEA. E dal prossimo post riprendiamo a parlare di fisica. L’esperimento di scienza partecipativa comunque prosegue e al più presto scriverò una pagina del blog migliorando il post in base alle vostre osservazioni sul forum e su facebook. Ad oggi abbiamo 10 persone che hanno visitato la web app dell’iSWA.

Il 22 Luglio 2011 l’astronauta giapponese Satoshi Furukawa ha eseguito la procedura di relocation di ALTEA-Shield. Quindi dopo la posizione 3 di cui si era occupato Paolo Nespoli il 23 Aprile scorso siamo passati alla quarta e ultima posizione prevista per Shield. ALTEA potrebbe rimanere in acquisizione dati in questa posizione 4 ben oltre il tempo previsto di un mese circa così come è successo con la posizione 3 che è durata 4 mesi.

Infatti, come ho descritto in questa nota, il cargo russo Progress precipitato il 24 Agosto nelle foreste della Siberia trasportava alcuni componenti di ALTEA necessari alla prosecuzione delle misure dopo il termine dell’esperimento attuale Shield-Survey. Si tratta di tre tappi protettivi per i cavi di alimentazione necessari per non lasciare scoperti i connettori nella futura configurazione ridotta con solo 3 rivelatori di particelle (invece dei 6 della configurazione completa). La mancanza di questi componenti unita alla riorganizzazione del lavoro sulla ISS potrebbe permettere di rimanere nella posizione 4 fino al prossimo lancio di una Progress previsto per inizio/metà ottobre.

Di seguito le foto di ALTEA in posizione 4, nello USlab vicino all’Hatch per il Nodo 1. Bisogna notare che la DAU (l’unità di controllo) rimane invece nella solita posizione quasi dall’altra parte del modulo americano. Si nota dalla foto il lungo cavo dati che partendo dalla DAU percorre il modulo americano quasi per l’intera lunghezza per arrivare ai rivelatori di particelle posizionati proprio all’angolo tra starboard e overhead (precisamente tra LAB1O6 e LAB1S6). Una curiosità da notare è la stampante EPSON vicino ai rivelatori adattata all’assenza di gravità.

iss028e018497 (Medium)iss028e018500 (Medium)iss028e018506 (Medium)iss028e018507 (Medium)iss028e018509 (Medium)

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’ultima posizione di ALTEA-Shield

  1. Pingback: ALTEA va in Columbus | Background noise

  2. Pingback: ALTEA goes to Columbus « ALTEA Space

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...