La favola di Samantha

“C’era una volta una bambina di nome Samantha che viveva in un piccolo paesino di montagna. Le piaceva andare a giocare nei boschi vicino alla sua casa insieme al suo fratellino e ai suoi cuginetti. La sera tornava a casa dopo aver giocato tutto il giorno e cenava insieme alla sua mamma, al suo papà e al suo fratellino. Il tempo passava e Samantha cresceva e un giorno decise di andare a lavorare lontano dal suo paesino per diventare pilota di aeroplani. Le piaceva molto volare, ma ancora di più le sarebbe piaciuto diventare un giorno un’astronauta e volare con un missile verso lo spazio. E quel giorno finalmente arrivò, Samantha fu scelta per diventare astronauta insieme ad altri amici. Tutti insieme salirono sul missile e volarono verso lo spazio felici e contenti…”

Questa è la favola che ho raccontato ieri sera a mia figlia Miriam, liberamente ispirata al racconto di Samantha fatto in occasione di Astronauticon 5.

Samantha_favola

Grazie Samantha, per avermi emozionato e aver fatto sognare anche mia figlia.

Questa voce è stata pubblicata in Favole, Personal, Space Exploration e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La favola di Samantha

  1. luvemi ha detto:

    Le stai regalando i tuoi sogni, è un dono prezioso quello che le fai.
    E’ una cosa che mi emoziona moltissimo e che un po’ vi invidio.

  2. Stefania ha detto:

    Che carino!
    Come ha reagito la bimba?
    (o, se era un favola della buonanotte, ha iniziato a far domande il giorno dopo?🙂 )

  3. lucadifino ha detto:

    Diciamo che mia figlia è già abituata a sentir parlare si astronauti, razzi, pianeti, ecc.
    Poi i bambini sono semplici, basta che le favole terminino con felici e contenti…
    In ogni caso la mattina successiva non voleva alzarsi (è una dormigliona) e l’ho convinta promettendogli di mostrarle la foto di Samantha.
    Diciamo che ha reagito bene, vista anche la sua reazione raccontata in Proud.

  4. Pingback: Samantha Cristoforetti, la prima astronauta italiana | Background noise

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...