Underground: ovvero la pirateria paga

Oltre ad essere un fisico aspirante ricercatore sono anche un grande appassionato di fumetti. Anche se sembra strano in questa era di comunicazione globale anche il fumetto conosce la pirateria. Ci sono comunità di appassionati che passano allo scanner tutti i fumetti che escono (di solito americani, ma si trova molta roba anche italiana), che quindi sono disponibili sulla rete solo qualche settimana dopo l’uscita. Questi fumetti digitalizzati si trovano come comuni pdf oppure in formato cbr o cbz che sono nient’altro che rar o zip contenenti le immagini delle singole pagine. Il migliore programma per leggere i fumetti in questo formato è CDisplay, e a mio avviso rimane il migliore in quanto a velocità e a semplicità (niente barre, solo il fumetto). L’autore purtroppo sembra aver abbandonato il progetto, ma fortunatamente il programma non ha problemi a funzionare anche sulle più recenti versioni di Windows (a me funziona egregiamente su Windows 7). Voglio sottolineare che queste mie conoscenze derivano da pura curiosità personale, e che io non possiedo nemmeno un fumetto pirata🙂.

Ok, finita la digressione sui comics digitali, torniamo alla storia che vorrei raccontarvi.

Tutti i modelli di pubblicazione e distribuzione di contenuti pre-internet (che siano musica, film, libri, fumetti, ecc.) raccontano ogni giorno che la pirateria sottrae ingenti capitali all’industria con il semplice assunto che ogni copia pirata equivale ad un acquisto mancato. Su questa ipotesi mostrano numeri a molti zeri a proposito delle perdite causate dalla pirateria.

Tutto questo senza aver mai dimostrato che l’ipotesi è vera.

La storia che sto per raccontare mostra che i download illegali potrebbero favorire la diffusione di un opera.

Steve Lieber forse fino a poco tempo fa la pensava come sopra, ma ora potrebbe aver cambiato idea. La graphic novel Underground edita dalla Image Comics è stata digitalizzata e pubblicata interamente su 4chan lo scorso ottobre. Steve al posto di arrabbiarsi e minacciare azioni legali si è invece unito al thread che parlava del suo fumetto e si è offerto di rispondere ad eventuali domande. Riporto una parte importante di un suo post:

Riguardo all’upload del mio fumetto qui, che posso dire? Capisco che è così che vanno le cose e sto cercando di vivere nello stesso decennio di tutti voi. A parte questo, sono lusingato dal fatto che qualcuno abbia considerato il mio fumetto tanto da dedicare del tempo per digitalizzarlo e pubblicarlo. Ad ogni modo questo è quanto. Se qualcuno ha delle domande sul fumetto, può postarle qui oppure chiedere su twitter @stieve_lieber

Steve ha descritto la discussione scaturita come genuinamente affascinante ma quello che non si aspettava è l’incremento delle vendite in seguito al suo intervento. Ecco l’immagine che ha postato per mostrare come entrare nella comunità 4chan abbia avuto un impatto positivo sulle vendite:

Steve ha conquistato il rispetto del suo pubblico che in risposta ha comprato il fumetto in massa. Ora Steve sta considerando di rilasciare underground in forma digitale attraverso comiXology.

Inoltre ha messo a disposizione il suo lavoro gratuitamente sul suo sito. Scaricatelo e se vi piace donate qualcosa via paypal.

Fonti:

http://www.geek.com/articles/news/graphic-novel-piracy-on-4chan-leads-to-massive-spike-in-sales-20101021/

http://punto-informatico.it/3018374/PI/News/corsari-fumetti.aspx

Questa voce è stata pubblicata in Comics e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...