Altro che i #Saraceni

C’è una cosa di cui dobbiamo dare atto al Movimento 5 Stelle. Hanno ristabilito l’importanza di un legame diretto tra i cittadini e le istituzioni, il che ha scatenato in me l’impulso irrefrenabile di chiedere conto delle loro attività parlamentari. In particolare vengo a sapere (https://twitter.com/dallarsimo/status/474080852251381761) di una proposta di legge http://documenti.camera.it/Leg17/pdl/pdf/leg.17.ac.2077.pdf circa “uso dei vaccini per il personale della pubblica amministrazione” (e già dal titolo si capisce che è il diniego quello a cui puntano) secondo la quale “Recenti studi hanno però messo in luce collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie specifiche quali la leucemia, intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni, mutazioni genetiche trasmissibili, malattie tumorali, autismo e allergie“.
Ok, la mia richiesta ai parlamentari promotori è una, sola e semplice. Potrebbero, di grazia, allegare le pubblicazioni recenti a cui alludono? Hanno ragione loro, bisogna chiedere conto del loro operato, sempre (anche se non siete iscritti al Blog di Grillo prima di Dicembre qualcosa, perché i parlamentari devono rispondere a tutti i Cittadini italiani, non sono ad alcuni cittadini).

Tutto qui. Se volete, questa è la mail che intendo mandare:

 

In relazione alla proposta di legge in oggetto http://documenti.camera.it/Leg17/pdl/pdf/leg.17.ac.2077.pdf
potreste gentilmente allegare un elenco dettagliato delle fonti che suggeriscono le relazioni indicate nella vostra proposta, di cui riporto di seguito un estratto, in particolare riguardo alla relazione tra i vaccini e l’autismo?
“Recenti studi hanno però messo in luce collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie specifiche quali la leucemia, intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni, mutazioni genetiche trasmissibili, malattie tumorali, autismo e allergie.”
Cordiali saluti,
Luca Di Fino, ex ricercatore universitario e cittadino preoccupato della dilagante disinformazione scientifica nelle nostre istituzioni

Fonti:
Proposta di legge: http://documenti.camera.it/Leg17/pdl/pdf/leg.17.ac.2077.pdf

Promotori:
CORDA Emanuela – M5S – CORDA_E@CAMERA.IT
RIZZO Gianluca -M5S – RIZZO_G@CAMERA.IT 
ARTINI Massimo – M5S – ARTINI_M@CAMERA.IT
BASILIO Tatiana – M5S – BASILIO_T@CAMERA.IT 
TOFALO Angelo – M5S – TOFALO_A@CAMERA.IT 
BERNINI Paolo – M5S – BERNINI_PAOLO@CAMERA.IT
FRUSONE Luca – M5S – FRUSONE_L@CAMERA.IT 
CECCONI Andrea – M5S – CECCONI_A@CAMERA.IT       
BARONI Massimo Enrico – M5S – BARONI_M@CAMERA.IT       
DALL’OSSO Matteo – M5S – DALLOSSO_M@CAMERA.IT
GRILLO Giulia – M5S – GRILLO_G@CAMERA.IT
MANTERO Matteo – M5S – MANTERO_M@CAMERA.IT 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | 4 commenti

Uno, nessuno e centomila

«Since I started writing about my own cancer in The Times and other papers, I’ve had some 30.000 letters, of which about 5.000 have suggested alternative cures. About half of those letters talk of alternative cures that the writer or their friend or relation has undergone. Plenty of the letters use variants of the phrase «And a year later he’s still alive», some use the phrase «Two years later she’s still alive», and two of them used the phrase «Three years later he’s still alive». I’ve yet to have a letter which includes the phrase «Five (or ten or twenty) years later she’s still alive» — although I’ve plenty of mail from people who had orthodox treatment twenty or more years ago and are still around to write letters to newspaper columnists.» John Diamond (1953-2001) — Snake Oil And Other Preoccupations

“Da quando ho iniziato a scrivere del mio cancro su The Times e altri giornali ho ricevuto circa 30 000 lettere, delle quali almeno 5 000 mi suggerivano cure alternative. Circa la metà di queste lettere parlavano di cure che il mittente o amici o conoscenti avevano provato di persona. Molte di quelle lettere avevano una frase del tipo “e un anno dopo è ancora vivo”, qualcuna invece usava qualcosa come “due anni dopo è ancora viva”, due sole lettere contenevano la frase “tre anni dopo è ancora vivo”.
Devo ancora ricevere una lettera che includa la frase “cinque (o dieci o venti) anni dopo è ancora vivo”, sebbene abbia ricevuto montagne di mail da persone che hanno ricevuto trattamenti convenzionali venti o più anni fa e che sono ancora in giro a scrivere lettere agli editorialisti dei giornali.”
John Diamond (1953-2001) — Snake Oil And Other Preoccupations (Olio di serpente ed altre preoccupazioni)

L’ho scoperto leggendo Tutto il resto si chiama cialtroneria

Pubblicato in Informazione, Pubblicità progresso | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Vaccini e ponti

“Io non vaccino i miei figli perché non sono sicuri al 100% “

Anche io sono un po’ come te. Non guiderei mai sopra un ponte a meno che non avessi un rapporto strutturale completo che includa le forze di tensione e la capacità di carico di ogni singolo componente usato per la sua costruzione. Inoltre contesto l’uso del metallo – che tra l’altro è lo stesso materiale usato per fare le bombe atomiche. Alcuni ponti poi sono fatti addirittura di legno, lo stesso materiale da cui si produce la carta. E’ proprio così, molti ponti sono fatti con la carta.
Le compagnie di costruzione guadagnano miliardi dalla costruzione di ponti ma, cosa non strana, succede spesso che i ponti crollino in modo da doverne costruire di nuovi e fare ancora più soldi. La gente muore quando crollano i ponti, vuoi sfidare la sorte e sperare di non essere tra i morti?
Io non ho nessuna obiezione in linea di principio a costruire ponti, ma devono essere costruiti nel modo corretto ed essere sicuri.
Fino ad allora, nel modo più assoluto, non attraverserò nessun ponte. Piuttosto attraverserò il fiume nel modo che la natura ha pensato, a nuoto, che è molto più sicuro. Nessuno è mai morto per il crollo di un fiume.

versione originale da un commento a Vaccinarsi è necessario, punto :
I’m a bit like you. I won’t drive over a bridge unless I have a full structural report including the tensile strength and load-bearing capacity of EVERY piece of metal used in its construction. Actually, I object to the use of metal – the same stuff atom bombs are made from. Some bridges are even made out of wood, the same stuff paper is made from. Yes, that’s right – many bridges are made out of paper. Engineering companies earn billions from bridge-building but, not surprisingly, bridges collapse all the time so they get to build more bridges and make even more money. People die when bridges collapse – are you willing to spin that wheel and hope you aren’t among the dead? I have no objection to the principle behind bridges but they need to build them properly and make them safe. Metal and wood are simply not good enough. Until then, there is NO WAY I will ever cross a bridge. I swim across rivers instead, the way nature intended – it’s far safer. No one ever died when a river collapsed.


 

Pubblicato in Informazione, Pubblicità progresso | Contrassegnato , | 1 commento

Vaccini e autismo, un appello pubblico

lucadifino:

Stiamo tornando al medioevo. E siamo tutti contenti

Originally posted on Siediti e scrivi due lettere:

Al Ministro della Salute
On. Beatrice LORENZIN
Al Presidente della XII Commissione
(Igiene e sanità) del Senato della Repubblica
On. Emilia Grazia DE BIASI
Al Presidente della XII Commissione
(Affari sociali) della Camera dei Deputati
On. Pierpaolo VARGIU
Al Presidente della Federazione nazionale
degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri
Dott. Amedeo BIANCO

La recente notizia dell’indagine della procura di Trani sul presunto nesso tra vaccinazione trivalente e autismo ha riaperto una discussione che sembrava sepolta. L’ipotesi che il vaccino trivalente MPR (morbillo, parotite, rosolia) potesse causare l’autismo risale al 1998 quando un medico inglese pubblicò uno studio che sembrava dimostrare l’esistenza di anticorpi antimorbillo nell’intestino di bambini autistici. L’allarme suscitato dallo studio causò un brusco calo delle vaccinazioni nel Regno Unito con conseguente ritorno del morbillo con migliaia di infezioni, molte complicazioni e persino decessi. Le indagini che seguirono scoprirono che l’autore dello studio aveva realizzato un falso…

View original 886 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Molti vogliono programmare (ma pochi ci riescono)

Parte il mio nuovo blog dedicato allo sviluppo mobile su piattaforme Microsoft (Windows Phone e Windows 8). Iniziamo con come includere un font custom nelle vostre app: Usare un font custom. Buona lettura

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento